P A C E

La nostra posizione rispetto all’invasione russa dell’Ucraina 
(26 febbraio 2022)

Nell’oscurità è iniziata una guerra.

All’alba del 22 febbraio 2022 (le 21 ora di Mosca), il presidente della Russia Putin ha firmato un comunicato in cui riconosceva l’indipendenza delle repubbliche dell’Ucraina orientale di Donetsk e Lugansk, autoproclamatesi tali a seguito di una insurrezione armata. Il 24 febbraio ha poi avviato una invasione su larga scala dell’Ucraina, mobilitando forze marittime, terrestri e aeree.

L’aggressione violenta ai danni di un paese fratello tanto più debole condotta dalla Russia, una potenza nucleare e membro permanente del Consiglio di sicurezza dell’Onu, ha sconvolto la comunità internazionale. Fin dove arriverà la guerra? Potrà estendersi fino a un conflitto di dimensioni mondiali? Tante volte le grandi catastrofi della storia hanno avuto origine da conflitti locali. L’opinione pubblica internazionale è costernata.

In questi giorni la rete diffonde immagini di guerra: distruzioni, rombo di cannoni, profughi in fuga… la ferita inferta all’Ucraina strazia anche noi tutti. Anche noi siamo stati in passato un paese devastato dalla guerra, abbiamo visto le nostre case distrutte e i nostri cari morire, abbiamo vissuto lo spettro della fame, siamo stati costretti a cedere le nostre terre e a pagare indennità di guerra. Queste sofferenze e umiliazioni hanno forgiato la nostra coscienza storica e sentiamo come nostre le sofferenze del popolo ucraino.

In questi giorni il fragore della guerra risuona nel mondo. Il popolo ucraino si è sollevato, le anziane madri dell’Ucraina muovono aspri rimproveri agli invasori, gli anziani padri condannano afflitti gli orrori della guerra, mentre abbiamo visto una bambina ucraina di nove anni, in lacrime, chiedere la pace. Il popolo russo si sta sollevando – a Mosca, Pietroburgo e in altre città, i cittadini scendono in strada, mentre gli scienziati russi firmano appelli contro la guerra. Pace, pace – le voci contro la guerra travalicano i confini nazionali e fanno vibrare i cuori.

In questi giorni osserviamo con attenzione l’evolversi della situazione: riflettiamo sul passato nell’ansia per il futuro. E insieme a tanti appelli, anche noi sentiamo il dovere di levare la nostra voce.

Condanniamo fermamente la guerra mossa dalla Russia verso l’Ucraina. Anche se la Russia avesse mille motivi e altrettante scuse, aggredire militarmente uno stato sovrano significa calpestare le norme che regolano le relazioni internazionali sulla base dello Statuto delle Nazioni Unite e costituisce una violazione del sistema di sicurezza internazionale.

Sosteniamo con decisione ogni azione compiuta dal popolo ucraino in difesa del proprio paese. Esprimiamo inoltre la più profonda preoccupazione per lo sconvolgimento che l’azione militare russa può portare all’Europa e all’intero ordine mondiale, conducendo a catastrofi umanitarie ancora più ampie.

Rivolgiamo un fermo appello al governo russo e al presidente Putin perché fermi la guerra e usi invece i negoziati per risolvere le controversie. L’uso della forza non solo distrugge in pochi istanti i frutti del progresso civile e ogni principio di giustizia internazionale, ma potrebbe portare calamità e umiliazioni alla stessa nazione russa.

La pace inizia dall’aspirazione più profonda del cuore umano. Condanniamo ogni guerra ingiusta. 

Promotori – i professori: 

Sun Jiang (Università di Nanchino), Wang Lixin (Università di Pechino), Xu Guoqi (Università di Hong Kong), Zhong Weimin (Università Qinghua), Chen Yan (Università Fudan)

(trad. di Anna Di Toro)


俄罗斯对乌克兰的入侵与我们的态度 (2022年2月26日)

战争在黑暗中开始了。

2022年2月22日凌晨(莫斯科当地时间21日晚),俄罗斯总统普京签署命令,宣布承认乌克兰东部民间武装自称的顿涅茨克人民共和国和卢甘斯克人民共和国为独立国家,继而于24日派遣海陆空军发动了对乌克兰的大规模入侵。

一个联合国常任理事国,一个拥有核武器的大国,竟然对弱小的兄弟之邦大打出手,国际社会为之震惊。战争往何处去?会不会导致大规模的世界战争?历史上的巨大灾难往往源于局部冲突。国际舆论忧心忡忡。

连日来,互联网即时直播战况:废墟、炮声、难民……乌克兰的伤口深深地刺痛了我们。作为曾经饱受战争蹂躏的国家,家破人亡、饿殍千里、割地赔款……,这些苦难和耻辱铸就了我们的历史意识,我们对乌克兰人民的痛苦感同身受。

连日来,反战的声音四处响起。乌克兰人民起来了,乌克兰老母亲在厉声训斥不速之客,乌克兰老父亲在痛陈战争之恶,9岁的乌克兰幼女用泪声呼唤和平。俄罗斯人民起来了,在莫斯科,在圣彼得堡,在其他城市,市民们走上街头,科学家们发出反战声明。和平,和平,反战的声音跨越国界,震撼人心。

连日来,我们密切关注事态的发展,思考过去,心系未来。在众声喧哗中,我们感到有必要发出我们的声音。

我们,强烈反对俄罗斯对乌克兰发动的战争。无论俄罗斯有千种理由,万般借口,以武力入侵一个主权国家都是对以联合国宪章为基础的国际关系准则的践踏,是对现有国际安全体系的破坏。

我们,坚决支持乌克兰人民保家卫国的行动。我们担忧俄罗斯的武力行为将导致欧洲乃至整个世界局势的动荡,引发更大范围的人道主义灾难。

我们,强烈呼吁俄罗斯政府和普京总统停止战争,用谈判解决纠纷。强权不仅会使文明进步的成果和国际正义的原则毁于一旦,还会给俄罗斯民族带来巨大的耻辱和灾难。

我们,强烈呼吁俄罗斯政府和普京总统停止战争,用谈判解决纠纷。强权不仅会使文明进步的成果和国际正义的原则毁于一旦,还会给俄罗斯民族带来巨大的耻辱和灾难。

和平始于人心的渴望。我们,反对不义战争。

倡议人:

孙   江  南京大学 教授
王立新 北京大学 教授
徐国琦 香港大学 教授
仲伟民 清华大学 教授
陈   雁  复旦大学 教授

Fonte RFI


Le traduzioni di altri appelli contro la guerra sono pubblicate sul sito dell’Università per Stranieri di Siena.

close